A- | A | A+
Stampa
IPPNW, 3 febbraio 2018

L’IPPNW sostiene la condanna dell’Associazione Medica Mondiale dell’arresto dei leader dell’Associazione Medica Turca

L’IPPNW (International Physicians for the Prevention of Nuclear War) si unisce all’Associazione Medica Mondiale per esprimere viva preoccupazione per l’arresto dei leader dell’Associazione Medica Turca (AMT).


Siamo in parte d’accordo con la dichiarazione del presidente dell’AMM, il dottor Yoshitake Yokokura, che ha dichiarato: “L’AMM sostiene pienamente i nostri colleghi turchi nelle loro dichiarazioni pubbliche, secondo le quali la guerra è un problema di salute pubblica. La chiara politica dell’AMM prevede che i medici e le associazioni mediche nazionali debbano allertare i governi sulle conseguenze umane della guerra e dei conflitti armati.”


L’IPPNW concorda sul fatto che le minacce di violenza fisica e la denuncia penale fatta contro l’AMT violino i diritti della libertà di espressione sanciti dall’articolo 19 della Convenzione Internazionale sui Diritti Civili e Politici, impedendo a questi rispettabili medici di svolgere il servizio medico professionale che sono eticamente tenuti a portare avanti.


Ci uniamo all’AMM per chiedere alle autorità turche di rilasciare immediatamente i leader dell’AMT e di porre fine alla campagna di intimidazione e per chiedere ai nostri colleghi medici di tutto il mondo di “manifestare il proprio sostegno per il pieno rispetto degli obblighi di tutela dei diritti umani e umanitari della Turchia, compreso il diritto alla salute e alla libertà di associazione e di espressione.”


Daniel Bassey, MD, Nigeria, Copresidente


Ira Helfand, MD, Stati Uniti,  Copresidente


Arun Mitra, MD, India, Copresidente


Tilman Ruff, MD, Australia, Copresidente


Traduzione dall’inglese di Simona Trapani

retornare